UZBEKISTAN, SULLA VIA DELLA SETA, 20-27 agosto 2024


SUZBEKISTAN, SULLA VIA DELLA SETA
Partenze: Dal 20 al 27 agosto 2024
Prezzo: € 2.390
Supplemento camera singola: € 350

VOLO DA MILANO, TRASFERIMENTO FINO A AEROPORTO INCLUSO

Galleria

Mappa Escursione

1° GIORNO | PARTENZA – URGENCH

Partenza con Pullman GT e trasferimento a Milano Malpensa in tempo utile per il volo. Presso l’aeroporto di Milano Malpensa è garantita la presenza di personale per aiutarvi nelle procedure di imbarco.

Partiamo in volo alla volta di Urgench e pernottiamo a bordo. Siamo nell’antica Transoxiana che per secoli è stata punto di incontro tra Oriente e Occidente, tra le tribù nomadiche delle steppe e le grandi civiltà dei grandi imperi asiatici, lungo la quale si è sviluppata la celebre Via della Seta.

2° GIORNO | URGENCH – KHIVA

Atterrati in Uzbekistan incontriamo la nostra guida e raggiungiamo Khiva, minuscola oasi situata a 30 km di distanza da Urgench. Trascorriamo la giornata a Ichan Kala, la parte antica di Khiva, patrimonio dell’UNESCO, città-museo che custodisce gli esempi migliori dell’architettura uzbeca. Visitiamo Kunya Ark, residenza fortificata dei sovrani, la madrassa di Muhammad Amin Khan, il tozzo minareto di Kalta Minor, la madrassa Muhammad Rakhim Khan, il mausoleo di Sayid Allauddin, il mausoleo di Pahlavan Mahmud, le madrasse Shir Gazi Khan e Islam Khodja, il

minareto e il museo. Dopo il pranzo pernottamento.

trascorriamo il pomeriggio alle moschee Ark e Juma. Cena in ristorante e

3° GIORNO | KHIVA – BUKHARA

Partiamo in pullman per Bukhara, attraversando il Deserto Rosso, seguendo il percorso degli antichi carovanieri lungo la mitica Via della Seta. Il viaggio dura circa 9 ore. Facciamo un pic nic lungo il percorso. Dopo il fiume Amu Darya incontriamo una pianura coltivata a cotone e piante da frutto. Arriviamo a Bukhara nel pomeriggio e ci concediamo un po’ di relax prima di cena in uno dei ristoranti del centro storico.

4° GIORNO | BUKHARA

Passiamo la giornata nella gloriosa Bukhara, patrimonio dell’UNESCO, antica capitale del regno Samanide con un centro storico tuttora abitato e intatto dove predomina il color ocra. La nostra visita tocca i resti delle mura, la residenza reale Ark, sorta di città nella città, la piazza medievale Registan, la moschea Bolo-Khauz, i bazar coperti, le madrasse di Ulugbek e di Abdul Aziz Khan, la moschea Magoki-Attori e infine l’edificio Chor Minor (i quattro minareti). Dopo il pranzo ci rechiamo al monumento più antico, il mausoleo di Ismail Samani, per poi visitare il mausoleo di Chashma- Ayub e i complessi architettonici di Poi-Kalon e Lyabi Khauz. In serata ci attende la cena allietata da una spettacolo folk in esclusiva per noi.

 

5° GIORNO | BUKHARA – SAMARCANDA

Partiamo per Samarcanda, dove arriviamo per pranzo. Nel pomeriggio visitiamo una fabbrica tradizionale di carta di gelso, sin dai tempi antichi una delle merci più preziose tra i mercanti della Via della Seta e l’osservatorio medievale di Ulugbek. Proseguiamo con una visita al Museo Afrasiab, con la bella Sala degli Ambasciatori. Terminiamo la giornata con una sosta fotografica in Piazza Registan. Cena in ristorante e pernottamento.

 

6° GIORNO | SAMARCANDA

Continuiamo la scoperta del Giardino dell’Anima, Samarcanda, patrimonio dell’UNESCO, la città dagli sfavillanti mosaici blu. Punto di incontro fra mondo greco e indiano, abitata da Alessandro Magno, nel XIV secolo fu scelta da Tamerlano come capitale del suo immenso regno. Iniziamo le visite con l’insieme dei mausolei di Shakhi Zinda, la necropoli dei nobili; continuiamo con la moschea blu e turchese Bibi Khanum, la più grande dell’Asia Centrale, il bazar orientale. Dopo il pranzo completiamo le visite con il Mausoleo Gur Emir, in cui è sepolto Tamerlano e con la Piazza Registan, cuore della città con le tre sontuose madrasse tempestate di maioliche, oro e lapislazzuli Se il tempo delle visite lo consente prima di cena facciamo una sosta alla tessitura di tappeti di seta Khujum. Cena in ristorante. Pernottamento.

 

7° GIORNO | SAMARCANDA – SHAKHRISABZ – SAMARCANDA – TASHKENT

Partiamo in auto (3 persone per auto) per Shakhrisabz (85 Km, 1 ora e mezza), patrimonio dell’UNESCO e città natale di Tamerlano, attraversando il suggestivo passo montano di Aman-Kutan. All’arrivo ci attende la visita ai resti del palazzo imperiale Ak Saray con il suo immenso portale alto 40 metri decorato da mosaici, i complessi funerari Dorut- Siorat e Dorut-Tilovat e la moschea Kok-Gumbaz. Pranziamo in ristorante. Rientro a Samarcanda e imbarco sul treno veloce per Tashkent, capitale dell’Uzbekistan. Cena in ristorante, pernottamento in hotel.

8° GIORNO | TASHKENT – RIENTRO

Dedichiamo la mattinata alla visita di Tashkent, la capitale che, tra viali e parchi, si presenta come un unicum in Uzbekistan, conservando ancora i tratti del suo passato sovietico. Vediamo la bella Piazza e Parco dell’Indipendenza, visitiamo alcune stazioni della metropolitana, l’unica in Asia Centrale. Chiudiamo le visite con il complesso di Khast- Imam, con l’antico Corano dentro la madrasa di Barak Khan. Pranziamo e ci trasferiamo in aeroporto per il volo di rientro in Italia.

 

 

  • Quota di partecipazione: 2.390 €
  • Supplemento camera singola: 350

SERVIZI INCLUSI

 

  • Volo a/r con franchigia bagagli inclusa di 20 kg
  • Tasse aeroportuali (soggette a riconferma)
  • Trasferimento aeroporto/hotel e viceversa
  • Viaggio in bus GT a uso esclusivo dei clienti Boscolo
  • Trasferimento ferroviario veloce da Samarcanda a Tashkent, seconda classe
  • Accompagnatore – abilitato guida nazionale
  • 6 pernottamenti + early check-in il giorno dell’arrivo
  • Trattamento come da programma
  • Tutti gli ingressi previsti da programma
  • Radioguide
  • 2 bottiglie d’acqua da 5 L. – per pax al giorno durante i trasferimenti
  • Assicurazione medica, bagaglio e rischi pandemici
  • Assicurazione annullamento di viaggio

 

SERVIZI NON INCLUSI

 

  • Mance
  • Facchinaggio
  • Extra di carattere personale
  • Quanto non menzionato nel programma di viaggio o alla voce “Servizi inclusi”

DOCUMENTO RICHIESTO PER L’INGRESSO NEL PAESE

I cittadini italiani possono entrare in Uzbekistan con passaporto individuale con validità residua di almeno 3 mesi dalla data di ingresso nel paese. Anche i minori dovranno avere il proprio passaporto individuale.

Il visto d’ingresso non è obbligatorio per i cittadini italiani (tranne gli apolidi) che si fermano nel Paese per un massimo di 30 giorni. Tutti i viaggiatori devono effettuare la registrazione obbligatoria, la cui formalizzazione viene fatta dalla struttura ricettiva in cui si soggiorna. I minori di 16 anni sono esenti dalla registrazione. In uscita dal Paese bisogna esibire le avvenute registrazioni effettuate: chi ne sarà sprovvisto, sarà sanzionato con una multa severa, il ritiro del passaporto e il divieto di reingresso da 1 a 3 anni.

Per ulteriori informazioni e per i cittadini di nazionalità diversa da quella italiana consigliamo di consultare il sito www.viaggiaresicuri.it o il proprio consolato.

ì

    Ti ricontatteremo a breve!

    Nome

    Email

    Data di partenza

    Data di arrivo

    Stanze

    Letti

    Adulti

    Bambini

    Messaggio



    Accetto B


    Accetto C

    Ti proponiamo

    Torna in cima